Montaggio led su scheda. Pve Elettronica

RIPARABILITA’

La P.V.E.Elettronica progetta, testa e produce solo in Italia e i suoi prodotti sono tutti  riparabili, ogni piccolo componente può essere sostituito dalla PVE essendo azienda di produzione, progettazione e vendita.

 

ALTA RESA CROMATICA

Nella fabbricazione viene utilizzata sempre componentistica elettronica di ultima generazione, tra cui CIP LED di alta qualità SAMSUNG, CREE, BRIGELUX  con resa cromatica CRI >80 e con una vita utile > 90.000 h.

Gli apparati prodotti hanno una efficienza luminosa > 60.000 con un decadimento del 10% non rilevabile ad occhio nudo. Sono tutti predisposti elettronicamente per la regolazione automatica del flusso luminoso tramite sistema ad onde convogliate e/o WI-FI  (sistema brevettato da P.V.E.Elettronica s.r.l. – brevetto n°0000279732 rilasciato in data 29.04.2015 – brevetto n°0000279733 rilasciato in data 29.04.2015)

 

IL DRIVER

Il driver è un particolare sistema elettronico per il controllo e la gestione di stringhe di led, applicate su circuito integrato, per dare la massima EFFICIENZA del sistema. La particolarità e il carattere innovativo del prodotto risiedono nell’obbiettivo dello stesso: l’ECONOMICITÀ. In sostanza, il dispositivo illuminante controllato dal “DRIVER” racchiude tecnologie che garantiscono il basso consumo e la massima efficienza del prodotto illuminante. Altro valore aggiunto di questa nuova tecnologia è il risultato in termini di ECOLOGIA, garantendo l’allungamento della vita e la mancata manutenzione che risolvono notevoli problematiche legate allo smaltimento del sistema danneggiato, e il risparmio energetico che garantisce una bassa, nonché ridotta emissione di CO2. Un corpo illuminante pilotato dal “DRIVER” può garantire un risparmio energetico superiore al 80%. Il “DRIVER” per corpi illuminanti a tecnologia led ad alta luminosità è nato in relazione alle esigenze legate ai consumi di grossi impianti, quali: Amm.ni Comunali, industrie, grossi centri commerciali e residenziali, etc….

 

L’ottica utilizzata è a norma con il codice della strada (EN13201).

In particolare, le proposte di preventivo, perseguono un abbattimento dei consumi >60%: tale percentuale può raggiungere l’80% con l’utilizzo di sistemi per la regolazione del flusso luminoso.

 

LE MILLE CARATTERISTICHE DELL’ALLUMINIO

Gli apparati per ambienti esterni prodotti da P.V.E.Elettronica sono tutti in alluminio, trattati esternamente con processo di anodizzazione

L’Anodizzazione Alluminio è un processo elettro-chimico il cui scopo è la formazione, sulla superficie dei manufatti in alluminio, di una pellicola di ossido, che offre diversi vantaggi:

  • Durata nel tempo/ inalterabilità: i test effettuati su prodotti sottoposti ad Anodizzazione Alluminio superano largamente le 1000 ore in nebbia salina non acetica.
  • Resistenza alla salsedine: adeguate ad ambienti ostili come quelli marini o soggetti ad aggressioni forti.
  • Resistenza alla luce:le Colorazioni Organiche, che si ottengono per assorbimento tramite immersione del materiale anodizzato in una soluzione di colorante organico, sono le più sensibili tra le colorazioni e anch’esse presentano un elevata solidità alla luce ( >8 ISO NORM 2135).
  • Resistenza all’abrasione: lo strato di ossido prodotto dall’Anodizzazione Alluminio indurisce la superficie anodizzata, inoltre può essere effettuato il Trattamento Antigraffio, lavorazione opzionale, che conferisce al prodotto finito una particolare resistenza all’abrasione e alle confricazioni; oltre a dare un maggiore risultato in termini meccanici, lo da anche in termini estetici, migliorando la lucentezza delle superfici di alluminio trattate.
  • Produce una maggiore durezza della superficie dell’ alluminio:l’Anodizzazione Allumino è un processo elettro-chimico ossido che interviene modificando la struttura dell’alluminio, rendendolo più duro in superficie.
  • Garanzia: L’ Anodizzazione Alluminio viene effettuata da aziende dotate di un Sistema di Qualità, da intendersi per quanto riguarda la struttura organizzativa, la responsabilità, le procedure e le risorse messe in atto per la conduzione aziendale al fine di raggiungere lo standard qualitativo ottimale dell’insieme delle disposizioni tecniche in relazione con il marchio di qualità per l’ossidazione anodica dell’alluminio Qualanod.
  • Tecnologia avanzata e rispetto per l’ambiente: Il processo di Anodizzazione Alluminio rispetta le stringenti normative dettate dagli standard ISO 14001, in quanto viene effettuato utilizzando procedure e tecnologie atte a contenere l’impatto ambientale.
  • Non copre ma valorizza l’alluminio: attraverso satinature, spazzolature, finiture chimiche ed elettrolitiche, si va a modificare e valorizzare la superficie senza andare a nascondere l’entità della materia prima.
  • Superficie rigenerabile con trattamento di pulizia: utilizzando prodotti adeguati.
  • Idonea all’ incollaggio strutturale: dopo aver effettuato molti test sulla superficie anodizzata sono state stabilite le finiture idonee all’ incollaggio strutturale (alluminio-alluminio, vetro-alluminio, pvc-alluminio).
  • Alto design: il processo di Elettrocolorazione per Interferenza fornisce un maggiore prestigio all’alluminio anodizzato grazie ad una gamma di colorazioni che si ottengono attraverso complessi trattamenti chimici e chimico-fisici. Con il procedimento di Elettrocolorazione ad Interferenza si possono addirittura ottenere delle colorazioni personalizzate.
  • Scambio termico: l’alluminio è una lega di metallo molto resistente alla corrosione, con un peso specifico 3 volte inferiore all’acciaio e una conducibilità termica superiore; è quindi ideale per la realizzazione di apparati illuminotecnici a Led, le cui superfici vengono trattate con processi di anodizzazione che ne favoriscono lo scambio termico.
  • Riproducibilità effetto inox: l’Anodizzazione Lucida riproduce fedelmente l’aspetto dell’acciaio inox lucido..
  • Ottima base per la verniciatura: l’Anodizzazione Alluminio prepara la superficie dell’alluminio per un buon aggrappaggio della vernice, inoltre garantisce la durata nel tempo del prodotto finito, in quanto anche se la vernice viene scalfita, rimane lo strato di ossido a protezione dell’alluminio.